COME TU MI VUOI – RINVIATO A GIOVEDI 10 MARZO

RINVIATO A GIOVEDI 10 MARZO – ORE 21.15 (era previsto venerdi 21 gennaio ore 21.15)

due atti di Luigi Pirandello – Nuova Compagnia Teatrale di Enzo Rapisarda (Verona) – adattamento di Rita Vivaldi – regia di Enzo Rapisarda

PER CAUSE DI FORZA MAGGIORE IL PRIMO APPUNTAMENTO DELLA RASSEGNA NON SI SVOLGERA’ VENERDI 21 GENNAIO.
“COME TU MI VUOI” SARA’ RECUPERATO GIOVEDI 10 MARZO ALLE ORE 21.15. I BIGLIETTI VENDUTI RESTANO VALIDI PER LA NUOVA DATA.

Scritta tra luglio e ottobre 1929, “Come tu mi vuoi” è l’unica commedia di Pirandello ambientata in parte all’estero. Il primo atto si svolge, infatti, a Berlino – dove in quei mesi viveva il drammaturgo agrigentino – in cui furoreggiava il cabaret con le sue satire e le sue atmosfere particolari. Luigi Pirandello scrisse questo dramma per  Marta Abba  e fu un grande successo fin dal debutto di Milano il 18 febbraio 1930 al Teatro dei Filodrammatici. Nel 1932 ne fu tratto un film (As you desire me) interpretato da Greta Garbo, per la regia di George Fitzmaurice. Fu tradotta e rappresentata con successo all’estero anche con una memorabile regia di Erwin Piscator. Recentemente il regista Hugh Whitemore ne ha curato una nuova versione con grande successo nei teatri londinesi grazie anche ai protagonisti: l’affascinante Kristin Scott Thomas e Bob Hoskins.

La commedia sembra rifarsi sotto certi aspetti ad una vicenda che fece grande scalpore nei giornali dell’epoca e che appassionò per lungo tempo anche l’opinione pubblica: si tratta del caso Bruneri-Canella ovvero la storia dello “Smemorato di Collegno”. Pirandello negò sempre di essersi ispirato a tale vicenda giudiziaria e sostenne sempre che era invece la realtà che prendeva spunto dalla sua opera. Il tema è ricorrente negli scritti pirandelliani e si riconduce alla impossibilità di conoscere, al di fuori delle convenzioni legali, la vera identità di una persona e in senso più ampio la realtà. Infatti Pirandello va oltre la semplice incertezza sull’identità di un individuo (tema del clamoroso caso Bruneri-Canella), ma in ossequio alla sua filosofia, approfondisce l’incertezza dell’identità che ogni persona tenta di cercare e trovare in se stessa, come il Vitangelo Moscarda di “Uno, nessuno e centomila”.

https://www.nuovacompagniateatrale.it/come-tu-mi-vuoi

 

PREZZI DEI BIGLIETTI (POSTI NUMERATI)
Interi 10€
Ridotti (over 65 e studenti max 26 anni) 9€
Associati e bimbi (4-12 anni) 8€
+ diritti di prev. 1€ (+ eventuali transazioni online)

 

SPETTACOLO IN TRANQUILLITA’

‼️ REGOLE DA RISPETTARE:
✔️ Ingresso consentito ai possessori di “Green Pass rafforzato”
😷 È obbligatorio l’uso di mascherine FFP2 (non sono ammesse mascherine chirurgiche o c.d. di comunità) che dovranno essere sempre regolarmente indossate, anche durante la proiezione, dai 6 anni di età in su
✔️ Salvo a chi abbia acquistato il biglietto in prevendita, il quale ha già lasciato i propri dati, per il tracciamento viene richiesto di compilare una scheda anagrafica (suff. ad una sola persona per nucleo familiare) con nome, cognome e numero di telefono  e i dati verranno conservati per 14 giorni
⛔ Non è consentito consumare cibo e bevande in sala

🔶MODALITA’ ACQUISTO BIGLIETTI🔶
E’ fortemente consigliato l’acquisto online su www.liveticket.it/piccoloteatropadova oppure presso gli esercizi di prevendita dei biglietti dei nostri eventi, per darvi modo di scegliere comodamente e in anticipo il vostro posto preferito, evitando code all’ingresso.
E’ comunque sempre attiva la possibilità di comprare i biglietti direttamente alla Cassa (il giorno stesso di proiezione, da 45 minuti prima dell’evento).